fotohome2_des

Il Bosco delle Viole è un bosco di pianura con piante autoctone immerso nella campagna trevigiana che racchiude tutte le specie arboree e arbustive tipiche di questo territorio. Sorto a metà degli anni ’90 grazie alla passione dell’agronomo ed erborista Gianfranco Marchetti, rappresenta nell’ambito della selvicoltura un modello di progettazione ambientale citato in testi didattici e al quale si ispirano diversi boschi in Veneto. Meta di gruppi di appassionati, professionisti del settore e imprenditori agricoli, si estende su una superficie di circa 30.000 mq ed è percorso da pratici sentieri che permettono di apprezzarne la ricchezza di specie e la bellezza.

Perché si chiama Bosco delle Viole? Sono due i motivi che ci hanno suggerito questo nome. Il primo è che all’inizio della primavera si assiste ad un’autentica esplosione della fioritura delle viole. Il sottobosco e i sentieri si riempiono di questi fiori e del loro colore, dipingendo un incantevole quadro naturale che annuncia con vivacità l’arrivo della bella stagione. Il secondo motivo è legato alla tradizione: il bosco abbraccia una casa rurale, sviluppata a partire da un “cason” trevigiano dell’Ottocento, presso la quale ha abitato una parte della famiglia Marchetti, i cui membri erano conosciuti in paese come i “Viola”.